Gestire e giocare con il cambiamento?

Gestire e giocare con il cambiamento?

E’ una cosa terribilmente seria!

di Antonio Miele

La gestione del cambiamento rappresenta una delle tematiche più delicate, significative e al tempo stesso entusiasmanti che possa vivere un’organizzazione.

Accompagnare questa situazione con un opportuno percorso formativo è una scelta spesso adottata soprattutto nelle realtà mediamente strutturate.

L’importanza della formazione in tale ambito è rilevante, soprattutto per trasferire i valori che rappresentano il cambiamento dell’organizzazione e per accompagnare in maniera efficace e perentoria le risorse verso la nuova strada che l’organizzazione stessa vuole percorrere.

Attenzione ad una formazione che rischi di essere banale o scadere in un trasferimento di frasi fatte e di messaggi retorici e poco concreti.

Perché utilizzare il gioco per intraprendere questo percorso?

Vantaggioso o rischioso?

Rischioso nella misura in cui la metafora del gioco è vista spesso con eccessiva “leggerezza” ,e tutto ciò può vanificare l’importanza e la solennità che merita la gestione del cambiamento.

Vantaggioso se si usa la giusta modalità di gioco formativo, che sia coerente con la nuova traccia che si vuole seguire; un gioco di ruolo può essere una soluzione formativa ideale quando il cambiamento si focalizza su una nuova modalità interpretativa dei ruoli aziendali.

Vantaggioso se il cambiamento organizzativo passa anche per un nuovo target di clienti/mercati da raggiungere; ed ecco che una modalità formativa basata sul gioco di società può essere una metafora interessante per trasferire nuove strategie e tattiche.

E se la nuova organizzazione prevede anche , fisiologicamente, momenti di difficoltà o incertezza?

Nulla meglio del gioco che, indipendentemente dal contenuto del gioco stesso, porta di per sé nel suo svolgimento fasi incerte e che determinano assunzioni di rischio.

Quindi concludiamo con la consapevolezza che la metafora ludica possa accompagnare il processo del cambiamento sia dal punto di vista contenutistico che valoriale… ed è tutto terribilmente serio!

Bibliografia consigliata

Antonio Miele
Dal 1999 nel settore della formazione, selezione e sviluppo, esperienze di 5 anni in multinazionali e aziende italiane e come consulente in ambito di orientamento al lavoro e analisi fabbisogni formativi, docente presso Master per neolaureati. Ideatore di Trainingaming®, modalità formativa basata sulla metafora del gioco di società per i comportamenti organizzativi.
Linkedin

Gestire e giocare con il cambiamento? E’ una cosa terribilmente seria!