La gestione delle risorse umane nelle piccole e medie imprese in Italia

 

ADV Sportello HR

 

 

La gestione delle risorse umane nelle piccole e medie imprese in Italia.

Lavoro e nuove traiettorie di management del personale dopo il Covid-19

di Rossella Di Federico – Editore: Franco Angeli (ottobre 2022)

Lo shock socioeconomico causato dall’emergenza sanitaria del 2020 ha determinato la riconfigurazione del lavoro. Il nuovo contesto post Covid-19, a trazione tecnologica, ha accelerato il passaggio dal lavoro basato su compiti e mansioni al lavoro gestito in termini di ruoli e professioni “a banda larga”.

I ruoli “aperti” prendono il posto delle posizioni prescritte nel taylor-fordismo e si basano su quattro componenti essenziali: responsabilità dei risultati, autonomia e governo dei processi di lavoro, gestione positiva delle relazioni con le persone e con la tecnologia, competenze tecniche di dominio, competenze digitali e competenze sociali.

Anche i modelli organizzativi sono stati sottoposti a una vera e propria rivoluzione. Dal lavoro in presenza si assiste all’affermarsi dell’hybrid work, un lavoro che si muove tra spazio reale e spazio virtuale.

Alla luce di questi cambiamenti, è necessario avanzare una profonda riflessione sociologica per comprendere fino in fondo le conseguenze che il nuovo scenario avrà sulla gestione delle risorse umane nelle piccole e medie imprese italiane, che rappresentano il 99% del tessuto produttivo del Paese e assorbono circa il 77% degli addetti al settore privato.

L’emergenza sanitaria, se da un lato ha causato la chiusura di molte micro-piccole aziende e la perdita di posti di lavoro, dall’altro offre una serie di opportunità per una ripresa rapida ed efficace.

Con la crisi economica del 2020 è emersa l’importanza di inserire risorse umane di qualità anche nelle aziende di più piccole dimensioni.

L’accelerazione tecnologica e la transizione ambientale stanno spingendo le imprese italiane di dimensioni ridotte a mettere in discussione i metodi tradizionali, per lo più informali, di gestione dei propri dipendenti e ad adottare modelli di management del capitale umano più strutturati e strategici rispetto al passato, attraverso i quali crescere e diventare più forti nei prossimi anni.

***

Acquistalo su Amazon  Biblioteca HR