Sostegno al capitale umano: tra le 10 imprese family-friendly in Europa anche esempi italiani

Come conciliare la vita lavorativa con la famiglia

Sostegno al capitale umano: tra le 10 imprese family-friendly in Europa anche esempi italiani

La start up Hundredrooms fa una rassegna delle dieci imprese europee più attente al tema della famiglia e del benessere dei lavoratori

Palma di Maiorca, 15 febbraio 2017 – Le imprese del futuro stanno cambiando il loro modo organizzare le attività del capitale umano. Sempre più aziende pensano che la produttività e l’efficacia dei propri lavoratori dipenda dalla motivazione, dalla formazione e dal buon compromesso tra vita lavorativa e sfera privata.

Le imprese family friendly, che sostengono la conciliazione dei tempi di lavoro con la vita privata, sono consapevoli delle responsabilità familiari dei loro dipendenti e si sforzano di garantire questo equilibrio. Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro, i vantaggi sono reciproci: si promuove il benessere personale e al tempo stesso si migliora l’efficienza dell’impresa; si producono benefici a medio e lungo termine, si aumenta la motivazione dei lavoratori e la loro adesione ai valori dell’impresa.

In molti Paesi europei, Italia compresa, sempre più imprese si stanno dirigendo verso questa direzione sostenibile di equilibrio tra tempi di lavoro e tempi familiari. Alcune di queste si sono particolarmente distinte in Europa per la loro attenzione al tema:

Telecom Italia (Italia): ha sviluppato il piano “People Caring” a sostegno del personale dell’impresa e al fine di  migliorare la conciliazione tra orario di lavoro e tempo libero da poter passare con la famiglia. Inoltre, un gruppo di persone in azienda si dedica interamente all’ascolto delle esigenze manifestate dai dipendenti e allo sviluppo di iniziative per venire incontro a tali esigenze.

Confindustria (Italia): le imprese Confindustria hanno promosso il “Piano Welfare”, nel complesso ben strutturato e capace di fornire numerosi servizi ai dipendenti. Ha il fine di migliorarne la vita privata e lavorativa, di promuovere misure che vanno dal sostegno al reddito familiare, allo studio, alla tutela della salute, fino a proposte per il tempo libero e agevolazioni di carattere familiare.

Hundredrooms (Italia/Spagna): la start up è fortemente orientata ad assicurare il benessere e la felicità dei suoi dipendenti, tanto al di fuori che all’interno dell’impresa. Per questo ha stabilito un orario flessibile e un servizio di catering giornaliero per tutti gli occupati. Inoltre, essendo consapevole dell’importanza di una buona atmosfera tra i colleghi di lavoro, Hundredrooms organizza periodicamente attività ed eventi, in cui sono invitate le famiglie di tutti i lavoratori. Negli uffici della start up c’è poi uno spazio per il gioco dei più piccoli, cosa che risponde alla politica dell’impresa di venire incontro alle esigenze familiari dei dipendenti.

Deloitte (Regno Unito): nel 2016 ha vinto il premio “Top Employers”, rilasciato dall’associazione Working Families, per i suoi sforzi volti alla conciliazione della vita lavorativa degli impiegati con i figli durante tutte le fasi della maternità. L’impresa ha introdotto il “Programma di Transizione per i Genitori Lavoratori”, così che, quelli che aspettano l’arrivo di un nuovo figlio ricevano il massimo sostegno prima, durante e dopo il congedo, così da facilitare il reinserimento nella pianta organica.

Barclays (Regno Unito): tra gli altri vincitori del premio “Top Employers” nel 2016 figura anche Barclays. L’impresa londinese, dopo aver ascoltato i suoi dipendenti, ha deciso di rivoluzionare le modalità di organizzazione del lavoro, inteso come qualcosa di dinamico e flessibile. In questo modo, l’impresa favorisce lo sviluppo di un modello di lavoro efficiente, che facilita il conseguimento degli obiettivi commerciali, professionali e personali.

L’Oreal (Francia): l’impresa offre ai lavoratori un massimo di due giorni a settimana per lavorare da casa. L’orario è inoltre flessibile: i dipendenti hanno la possibilità di scegliere tra il part-time e un orario di lavoro discontinuo. Tra le sue ultime misure ci sono i servizi per facilitare la vita dei genitori all’interno dell’azienda, come la presenza di assistenti in ufficio durante il giorno, cosicché i dipendenti non debbano preoccuparsi di cercare baby sitter o asili nido per i più piccoli.

SE-Consulting (Germania): la Germania è uno dei Paesi più attenti al tema della conciliazione tra vita lavorativa e vita privata. Esistono infatti imprese come SE-Consulting, dove misure family friendly sono assicurate per tutti i lavoratori dell’azienda. Oltre ad orari flessibili, si organizzano eventi in cui si invitano le famiglie dei dipendenti e si svolgono attività per i più piccoli. Tra le altre buone pratiche, l’impresa paga l’asilo nido ai figli dei suoi dipendenti.

Heel (Germania): si tratta di una delle imprese pioniere nell’adozione di misure di conciliazione tra vita lavorativa e vita privata nel Paese tedesco. Misure come un orario flessibile e la possibilità di organizzare i tempi di lavoro tramite l’orario discontinuo, a seconda delle esigenze di ciascun dipendente. Inoltre, nella sua sede centrale Heel offre un servizio di asilo nido dalle 8 del mattino fino alle 6 del pomeriggio, così come servizi a sostegno dei lavoratori in casi di emergenza.  

ABA-Invest (Austria): dal 2015 l’impresa vanta il riconoscimento di “‘Family-Friendly Company”, rilasciato dal Ministero dell’Economia, Famiglia e Politiche Giovanili del governo austriaco. L’azienda cerca di salvaguardare le felicità e il benessere dei suoi occupati, fornendo un ambiente piacevole e un orario flessibile, nonché diverse opportunità per combinare lavoro e tempo libero in famiglia.

KPMG (Olanda): i numerosi premi che KPMG ha conseguito per la sua capacità di garantire ai dipendenti una buona conciliazione tra la vita lavorativa e la vita privata non sono casuali: oltre all’orario flessibile e ai consigli per i genitori, l’impresa ha il suo proprio “Istituto per la leadership al femminile”, tramite il quale le sue dipendenti sono orientate a potenziare il loro talento.

Queste imprese hanno adottato diverse misure per garantire un ambiente di lavoro favorevole al benessere dei lavoratori e delle loro famiglie, contribuendo inoltre alle pari opportunità tra uomini e donne. In tabella alcuni dei benefici che si ottengono attraverso queste misure:

Benefici per il personale

Benefici per le imprese

  • Meno stress
  • Migliore ambiente di lavoro, in cui i dipendenti si sentono sostenuti e valorizzati
  • Migliore coordinamente nel lavoro in team
  • Maggiore efficienza
  • Aumento del compromesso, delle produttività e dell’innovazione
  • Maggiore capacità di attrarre e trattenere i talenti
  • Minore rotazione del personale e dei costi di reclutamento e formazione
  • Riduzione dell’assenteismo e dei ritardi
  • Maggiore produttività
  • Posizione leader,  innovazione e maggiore competitività

* Fonte: Organizzazione Internazionale del Lavoro

hundredroomsHundredrooms è un comparatore online di appartamenti turistici. La start up è nata agli inizi del 2014 come risposta all’aumento esponenziale della domanda di questo tipo di alloggi alternativi alle strutture tradizionali. L’obiettivo è di rendere la vita più facile ai consumatori, che con un’unica ricerca possono accedere a tutte le offerte disponibili e vedere i diversi prezzi di una stessa proprietà che compare in differenti piattaforme.

Contatti site -linkedin

pubblica un comunicato


Richiedi servizi HR