Competitività e innovazione aziendale: la soluzione è la creatività

Competitività e innovazione aziendale

La soluzione è la creatività

di BEmyTALENT

La risoluzione di problemi complessi, il pensiero critico e la creatività fanno il loro ingresso nella lista delle 10 soft skills più richieste del mondo del lavoro entro il 2020.

Sempre di più in questi anni le aziende stanno investendo sullo sviluppo del pensiero creativo come competenza chiave da acquisire e potenziare al fine di rispondere ai processi di cambiamento, più rapidi e differenti rispetto al passato. Questi scenari più complessi e in continua trasformazione mettono in difficoltà anche i leader più brillanti nel ricercare soluzioni sempre più innovative volte a garantire una maggiore competitività.

Creatività nel business

Frequentemente si parla di creatività nel business quando si discute di innovazione, cioè quella trasformazione innescata dall’introduzione di novità, atta a risolvere problemi e migliorare prodotti, processi e situazioni.

Sebbene la creatività venga spesso associata all’ambito artistico, essa costituisce in realtà una forma vitale di intelligenza, che spinge le persone a scoprire qualcosa di nuovo in diversi ambiti, riconoscendo, in pensieri ed oggetti, nuove connessioni che portano, appunto, ad innovazioni, soluzioni e cambiamenti.

Questo legame tra creatività e innovazione rende la prima un elemento fondamentale nell’attuale mondo del lavoro: per tutte le aziende oggi è indispensabile una costante innovazione al fine di migliorare se stesse, essere competitive e riuscire ad affrontare nuove sfide e problemi complessi che richiedono un grande sforzo dell’organizzazione e della stessa cultura aziendale.

Numerose aziende, illuminate e consapevoli, si pongono quindi l’obiettivo di formare le proprie risorse a far emergere le proprie idee, utilizzando in modo deliberato il pensiero creativo per generare più opzioni, ad esempio, tra cui scegliere l’opportunità vincente.

Uno studio IBM, il cui campione era composto da 1.500 CEO, ha evidenziato che la creatività è l’abilità oggi ritenuta più importante per i leader: si distinguono infatti i manager che promuovono l’innovazione incoraggiando gli altri ad abbandonare approcci obsoleti e ad assumere rischi ponderati.

Inoltre, la creatività è un costrutto fortemente legato a quello di problem solving, ovvero «la capacità di un individuo di mettere in atto processi cognitivi per affrontare e risolvere situazioni reali e interdisciplinari, per le quali il percorso di soluzione non è immediatamente evidente».

Nello specifico, esso attiva una sequenza di azioni riflessive, orientate verso uno scopo che non è raggiungibile attraverso un procedimento di routine.

La creatività risulta, quindi, una delle principali ragioni del successo di un’impresa e inserire oggi nelle aziende dei modelli che agevolino e sviluppino i processi creativi, significa poter attivare quelle condizioni che favoriscono la nascita di innovazioni, le quali rappresentano, in un contesto molto competitivo quale quello dell’economia globale, l’unico strumento di sopravvivenza per le stesse.

BEmyTalentBEmyTALENT

Con questa consapevolezza è nato BEmyTALENT, progetto che si pone l’obiettivo di indagare e sviluppare le competenze della creatività, problem solving e decision making nei team di lavoro oltre a sviluppare l’intelligenza emotiva, più nello specifico, potenziare l’intelligenza emotiva in azienda al fine di raggiungere il successo lavorativo e garantire migliori performance individuali e di gruppo.

Il progetto è assolutamente innovativo nel suo genere perché da una MapSkill individuale si intraprende una DevelopSkill, fase in cui vengono sviluppate e potenziate le competenze della creatività e le IE-skill. Inoltre il progetto prevede una fase certificata di Upgrade con test-retest e validazione delle competenze acquisite ed in progress.

In conclusione, allenare le persone ad essere creative, pensare in modo nuovo, attivando l’immaginazione, partendo da prospettive non ancora esplorate al fine di ridefinire processi, prodotti e situazioni, rappresenta un passaggio obbligato per l’attivazione di un modello di crescita produttiva in linea con l’attuale mercato. Aiutare i propri collaboratori a pensare in modo creativo significa utilizzare risorse infinite di soluzioni ed innovazioni a costo contenuto ed alto valore aggiunto.

 

BEmyTALENT
Emotional Intelligence in Teamwork
BEmyTALENT è un progetto di HRtalent che si pone l’obiettivo di potenziare l’intelligenza emotiva in azienda e, più nello specifico, sviluppare l’intelligenza emotiva nei team di lavoro. Il progetto è assolutamente innovativo perché da una MapSkill individuale si intraprende una DevelopSkill individuale o di gruppo, fase in cui vengono sviluppate e potenziate le IE-skill. Infine, una fase di UpgradeSkill, ovvero un sistema di validazione scientifico test-retest, per la verifica delle competenze dell’intelligenza emotiva acquisite ed in progress e misurazione dei KPI riscontrabili nei comportamenti emotivamente intelligenti del team e del singolo nella performance lavorativa.