Per aspera ad astra: l’importanza dell’empowerment a lavoro

 

 

Per aspera ad astra: l’importanza dell’empowerment a lavoro

di Manuela RossiniRaffaele LandolfiFederica Cominelli

Siamo ormai consapevoli di vivere in un contesto storico in continuo mutamento, che ci spinge sempre più a sviluppare delle “capacità” nuove che possono aiutarci nel farci spazio all’interno di un mondo del lavoro che inevitabilmente muta, cresce e si evolve di pari passo con i cambiamenti che stanno investendo le nostre realtà. 

Di fatti, secondo il World Economic Forum (WEF), nell’attuale contesto lavorativo in continuo mutamento, sarà necessario e inevitabile che le persone si adattino ed implementino una serie di competenze che saranno indispensabili nei prossimi scenari di business. Infatti, molti lavori lasceranno il posto a nuove categorie di occupazioni modificando e influenzando, di conseguenza, il modo di lavorare dei collaboratori.

Nello specifico, in “Future of Jobs”, report del World Economic Forum sono elencate le seguenti 10 skills fondamentali nel futuro del lavoro. 

1) Il problem solving in situazioni complesse. In una situazione economica sempre più intricata, è fondamentale essere flessibili, adattabili e possedere la capacità di interpretazione e gestione dei nuovi contesti al fine di individuare le criticità, elaborare strategie ottimali e identificare, in breve tempo, una soluzione a problemi complessi. 

2) Pensiero critico. La capacità di sviluppare un pensiero caratterizzato da accuratezza, precisione e competenza nell’analisi e nella valutazione delle diverse situazioni. Il pensiero critico è caratterizzato dall’abilità di utilizzare la logica e il ragionamento, analizzando le possibili soluzioni, i pro e i contro di queste. 

3) Creatività. Sempre di più in questi anni le aziende stanno investendo sullo sviluppo del pensiero creativo come competenza chiave da acquisire e potenziare al fine di rispondere ai processi di cambiamento, più rapidi e differenti rispetto al passato. Questi scenari maggiormente complessi e in continua trasformazione spingono i leader a ricercare persone in grado di unire le informazioni a disposizione per elaborare nuove idee e soluzioni innovative volte a garantire una maggiore competitività.

4) Gestione delle persone. Il capitale umano rappresenterà sempre la risorsa più importante di un’azienda, nonostante lo sviluppo tecnologico. Per questo è fondamentale, in particolare nei manager e nei leader, possedere la capacità di motivare, valorizzare le persone che fanno parte del proprio team, affidare loro compiti e mansioni in linea con il loro potenziale e dare loro feedback costruttivi e di miglioramento. Per fare ciò è necessario essere un leader emotivamente intelligente, oltre a possedere la capacità di prendere decisioni efficaci. Quindi, gestione delle persone non si riconduce al mero organizzare i compiti, il lavoro e il team. 

5) Coordinarsi con gli altri. Il lavoro in team è uno dei fattori più importanti all’interno di un’azienda. A dimostrazione di ciò, sono sempre di più gli interventi formativi a riguardo. Nello specifico, l’attenzione è focalizzata sulla capacità di lavorare insieme, sulla costruzione del gruppo e, soprattutto, sulla creazione di una sinergia che porti al raggiungimento di un obiettivo comune attraverso l’apporto e la coordinazione di tutti i componenti del gruppo. 

6) Intelligenza emotiva. L’intelligenza emotiva viene definita da Mayer e Salovey come l’abilità di percepire ed esprimere le emozioni, di saperle utilizzare, comprendere e gestire, in sé stessi e negli altri. 

7) Capacità di giudizio e di prendere decisioni. Possedere questa competenza è fondamentale, in particolar modo per i manager. Infatti, prendere decisioni strategiche al momento opportuno, soprattutto in momenti di difficoltà quando risulta ancora più complesso, permette di reagire e affrontare al meglio il cambiamento e il superamento di situazioni critiche. 

8) Orientamento al servizio. In un mercato sempre più competitivo, in cui le tipologie di clienti sono sempre più variegate, è imprescindibile la capacità di individuare e riconoscere i bisogni degli altri, al fine di soddisfarli al meglio, adottando un atteggiamento attento e collaborativo.

9) Negoziazione. Questa competenza è strategica all’interno del contesto lavorativo poiché assicura non solo benessere relazionale, ma anche economico, sia a livello aziendale che individuale. 

10) Flessibilità cognitiva. Quest’ultima competenza è necessaria al fine di gestire al meglio il cambiamento e rispondere a situazioni nuove e impreviste. Nello specifico, si intende quindi la flessibilità di risposta, ovvero la capacità di modulare le proprie risposte e comportamenti affrontando in maniera intelligente e veloce il cambiamento di compiti, mansioni o regole.

La buona notizia è che tutte queste skill possono essere apprese e sviluppate attraverso i progetti messi a punto da PEOPLEwellBe.

In particolare, PEOPLEwellBe, dall’esperienza pluriennale con le aziende che segue nel loro sviluppo organizzativo, ha creato un percorso ad hoc per lo sviluppo di competenze utili al ruolo della singola persona. 

Scopri il percorso di self empowerment EMPOWERING YOURSELF, che si compone di 3 fasi:

  1. PEOPLE SKILL utilizzato sia in fase selezione che di valutazione del potenziale utilizza protocolli scientifici di assessment individuale e fornisce un’analisi dettagliata sulle caratteristiche personali e professionali predittori del successo lavorativo. Inoltre, permette di analizzare le competenze attuali ed in progress centrando l’attenzione su personalità e competenze professionali con focus su Leadership ed Intelligenza Emotiva.
  2. ENJOY TEAM è una Masterclass di upskilling che si rivolge a persone che lavorano in team e collaborano al fine di raggiungere un obiettivo comune, condizionando positivamente il cambiamento, attraverso una dimensione relazionale che influenza in maniera decisiva il benessere di chi lavora e la performance lavorativa personale e aziendale.
  3. SPAZIO COUNSELING, sportello di consulenza al ruolo, si configura come incontri individuali con l’obiettivo di guidare ad esprimere una buona gestione del proprio RUOLO permettendo di mantenere una buona salute psicologica, che riverbera nella performance lavorativa, che influenza il team e che concorre a mantenere in salute l’intera organizzazione.

Vuoi migliorare le tue competenze e/o quelle dei tuoi collaboratori? Scopri come e richiedi informazioni!

 

PEOPLEwellBe
Risorse Umane e Benessere Organizzativo
PEOPLEwellBe Risorse Umane e Benessere Organizzativo nasce per creare e promuovere Felicità e Benessere organizzativo attraverso progetti di Development, Analytics e Consulting che sostengono la crescita delle aziende, mirano allo sviluppo delle potenzialità delle risorse umane e promuovono la salute psicologica, utilizzano metodi e strumenti d’indagine che favoriscono un clima aziendale positivo, collaborazione, motivazione ed energia nei team, implementando capacità di leadership, problem solving e intelligenza emotiva.