Intelligenza emotiva- la chiave del successo professionale

Intelligenza emotiva: la chiave del successo professionale

di BEmyTALENT

L’intelligenza emotiva riveste sempre più importanza nel mondo del lavoro. Infatti, annoverata nella lista delle dieci competenze più richieste nel mercato del lavoro entro il 2020, stilata dal World Economic Forum, è sempre più spesso incoraggiata dagli imprenditori e ricercata dai recruiter. Secondo gli esperti, infatti, si tratta di una caratteristica fondamentale per la carriera ed esserne dotati è addirittura importante quanto a possedere un alto quoziente intellettivo.

Inoltre, oggi rappresenta un elemento imprescindibile per districarsi in un mondo in continuo mutamento, caratterizzato da un’economia globale che rende sempre più diversificate le tipologie di clienti con un conseguente aumento della complessità delle relazioni e delle emozioni cosi come il modo in cui sono espresse.

L’intelligenza emotiva all’interno delle organizzazioni

Le emozioni, così a lungo rinnegate e tagliate fuori dai processi decisionali, vengono ora riabilitate, dalle neuroscienze e dalla nuova cultura manageriale, come la chiave del successo personale e professionale e del clima aziendale positivo e proattivo. Per il prof. Cary Cooper della Manchester Business School, noto docente esperto in psicologia organizzativa e della salute, “La base dell’intelligenza emotiva nelle organizzazioni è avere dei manager in grado di tradurre le loro forti competenze sociali e interpersonali in comportamenti e strategie di leadership – ha rivelato il prof. Cooper – Questo crea le adeguate condizioni psicologiche e fisiche per far sentire i collaboratori motivati, apprezzati e degni di fiducia”, sviluppando un clima positivo per il benessere delle persone e raggiungendo, di conseguenza, risultati e performance migliori sia  individuali che di team.

Diverse ricerche, infatti, hanno evidenziato come negli ambienti incentrati sulla persona, in cui i collaboratori sono incoraggiati a esprimere e condividere le proprie emozioni, sentendosi più apprezzati e connessi all’organizzazione, mostrano un’elevata soddisfazione lavorativa e maggiore dedizione verso il proprio lavoro a beneficio delle persone stesse, del team e dell’intera organizzazione.

Dunque, l’intelligenza emotiva risulta essere importante e necessaria per incoraggiare e motivare il team costruendo relazioni efficaci, prendere decisioni corrette, risolvere problemi, gestire cambiamenti e migliorare la performance.

Appare chiara, quindi, la necessità di potenziare l’intelligenza emotiva in azienda e nello specifico, sviluppare l’intelligenza emotiva nei manager, insieme di competenze che possono essere apprese e sviluppate per migliorare la qualità della vita e il livello delle performance.

BEmyTALENT

A tal fine, il progetto BEmyTALENT si pone l’obiettivo di potenziare l’intelligenza emotiva in azienda ed in particolare, sviluppare l’intelligenza emotiva nei team di lavoro.

Il progetto si struttura in più fasi; una fase di MapSkill, in cui vengono misurate scientificamente le abilità emotive e organizzative dell’intelligenza emotiva, così da valorizzare le IE-skill possedute e potenziare le IE-skill non sfruttate in modo completo.

  • Awaraness, la quale valuta l’abilità nel discernere e classificare le emozioni sul lavoro e la capacità di autovalutazione in merito alle proprie risorse interiori, ai limiti e alle abilità;
  • Emotional Control, la quale misura la capacità individuale di dominare impulsi, umori e sentimenti affinché non influiscano sulla prestazione lavorativa e il grado di flessibilità e adattabilità di fronte a situazioni nuove;
  • Social & Relationship, la quale valuta l’abilità nelle relazioni sociali e il grado di empatia che la persona sa sviluppare all’interno dell’ambiente di lavoro e misura la capacità di saper interagire fluidamente con gli altri, sviluppando abilità di cooperazione e di leadership;
  • Creativity, la quale misura l’abilità nel produrre idee nuove, migliorare l’esistente, problem solving e decision making.

Una fase di DevelopSkill, in cui si sviluppano tali abilità, attraverso a percorsi personalizzati individuali e di gruppo, colmando il divario tra skill possedute e non sfruttate in modo completo:

  • l’Awareness Psycho-Counseling, per garantire sostegno e potenziamento psicologico del sé;
  • Emotional Control Masterclass, per la gestione delle emozioni sul posto di lavoro;
  • Social & Relationship Masterclass, per lo sviluppo delle competenze sociali, di relazione e management;
  • Creativity Masterclass, per sviluppare le competenze della creatività, di problem solving e di decision making.

Infine, una fase di UpgradeSkill, ovvero un sistema di validazione scientifico test-retest, per la verifica delle competenze dell’intelligenza emotiva acquisiti, in progress e misurazione dei KPI riscontrabili nei comportamenti emotivamente intelligenti del team e del singolo nella performance lavorativa. 

 

BEmyTALENT
Emotional Intelligence in Teamwork
BEmyTALENT è un progetto di HRtalent che si pone l’obiettivo di potenziare l’intelligenza emotiva in azienda e, più nello specifico, sviluppare l’intelligenza emotiva nei team di lavoro. Il progetto è assolutamente innovativo perché da una MapSkill individuale si intraprende una DevelopSkill individuale o di gruppo, fase in cui vengono sviluppate e potenziate le IE-skill. Infine, una fase di UpgradeSkill, ovvero un sistema di validazione scientifico test-retest, per la verifica delle competenze dell’intelligenza emotiva acquisite ed in progress e misurazione dei KPI riscontrabili nei comportamenti emotivamente intelligenti del team e del singolo nella performance lavorativa.