Perché è importante il benessere psicologico dei collaboratori

 

 

Perché è importante il benessere psicologico dei collaboratori?

di Manuela Rossini Federica Cominelli

L’epoca in cui stiamo vivendo, incline a continui mutamenti sia dal punto di vista tecnologico che relazionale, ci ha posti di fronte a importanti cambi di prospettiva e alla necessità, soprattutto nel mondo del lavoro, di un nuovo tipo di adattamento non solo operativo ma anche, e soprattutto, psicologico.

Un esempio che possiamo ritenere pregnante è l’avvento della pandemia da COVID-19 che, inesorabilmente, ha costretto il mondo del lavoro, e i lavoratori, a doversi adattare a nuove modalità di lavoro e a nuovi modi di relazionarsi gli uni con gli altri.

L’attuale contesto lavorativo precario e in contino mutamento ha esposto le persone a ritmi sempre più veloci e a cambiamenti repentini, imprevedibili e complessi da gestire e da affrontare.

All’interno delle organizzazioni, il capitale umano risulta essere un elemento di fondamentale importanza: l’equilibrio psicofisico, le relazioni interpersonali e la valorizzazione delle caratteristiche individuali apportate da un singolo nel proprio lavoro, contribuiscono alla creazione di uno stato di benessere e alla prosperità all’intero di un’azienda.

Non dovrebbe sorprenderci, quindi, la crescente attenzione da parte delle aziende nei confronti di tutte quelle azioni che hanno come obiettivo lo sviluppo e l’incremento della dimensione di benessere individuale e delle relazioni umane in un’ottica olistica di benessere organizzativo attraverso l’implementazione di condizioni lavorative che permettano alle persone di esprimere al meglio il proprio potenziale, accrescere la propria soddisfazione lavorativa ed aumentare l’engagement.

All’interno di questo quadro, dove è sempre maggiore l’attenzione al benessere dei propri collaboratori, intesi, come detto, come vero capitale, la discipline psicologiche cominciano a rappresentare una risorsa sempre più imprescindibile poiché, in linea con la definizione normativa della professione di Psicologo (L.56/1989), si contraddistinguono per le teorie, i metodi e gli strumenti di intervento finalizzati alle attività di prevenzione, valutazione, riabilitazione, gestione e sostegno psicologico il cui fine ultimo è, quindi, il benessere dell’individuo.

Di fatti, come quanto indicato dall’art.3 del Codice Deontologico degli Psicologi, lo psicologo considera, come proprio dovere, l’accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità. In ogni ambito professionale in cui opera, il suo obiettivo è quello di fornire gli strumenti per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri e di comportarsi in maniera consapevole, congrua ed efficace.

Facendo sempre riferimento al Codice Deontologico degli Psicologi, all’art.4 viene indicato che, nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro che si avvalgono delle sue prestazioni; ne rispetta opinioni e credenze, astenendosi dall’imporre il proprio sistema di valori; non opera discriminazioni in base a religione, etnia, nazionalità, estrazione sociale, stato socio-economico, sesso di appartenenza, orientamento sessuale, disabilità.

In questo modo, è possibile facilitare la creazione di uno “spazio sicuro” entro il quale il lavoratore riesce realmente ad affrontare e gestire al meglio specifiche tematiche o problematiche.

Come è possibile concretizzare portando valore?

Innanzitutto è fondamentale comprendere quali sono le caratteristiche di comunicazione e sviluppo del team di lavoro e del singolo, aiutando ad individuare le strategie di funzionamento più idonee, valutando, con appositi strumenti, le dinamiche relazionali e le affinità che si instaurano, con lo scopo finale di accrescere e migliorare l’interazione tra gruppi e l’interazione tra singoli all’interno dello stesso gruppo con l’obiettivo di risolvere dinamiche non funzionali al corretto svolgimento del lavoro e al clima di benessere aziendale.

Tramite l’utilizzo di strumenti scientificamente validati e la strutturazione di specifici percorsi, è possibile valutare, valorizzare ed implementare le skill trasversali dei propri collaboratori tra cui la consapevolezza di sé, le capacità di leadership, l’empatia, la comunicazione, la capacità di ascolto e di dialogo all’interno del team, aiutando, in questo modo, ad esprimere al meglio il proprio potenziale ed incrementando notevolmente la motivazione e la soddisfazione lavorativa e, di conseguenza, la produttività aziendale.

Oltre ciò, ogni persona si trova a dover affrontare un carico psicologico derivato da molteplici cause: difficoltà personali, problemi emotivi o disagi relazionali. Questi elementi, inevitabilmente, si sperimentano e si ripercuotono nel luogo dove passiamo la maggior parte della nostra giornata, il contesto lavorativo, che spesso non consente di trovare il tempo necessario per informarsi e confrontarsi.

Con l’ausilio di un approccio psicologico appositamente strutturato, supportando, informando e formando su scelte sensibili, è possibile facilitare il superamento di situazioni di disagio, condividendo le esperienze di ciascuno e fornendo strumenti di gestione.

Questo “spazio sicuro” all’interno dell’azienda agevola una piena ripresa della quotidianità, sia sul piano personale che su quello professionale, con un beneficio sia per il singolo, in termini di salute psicologica, che per l’azienda, in termini di recupero della produttività.

In questo stato di cose, si rivela sempre più importante il ruolo di una Equipe di Psicologi del Lavoro, professionalmente formata e guidata da un Codice Deontologico, nel sensibilizzare e guidare le aziende nell’indagare e promuovere il benessere personale e psicologico dei propri collaboratori.

Investi sul benessere e la motivazione dei tuoi dipendenti rivolgendoti al TEAM di PSICOLOGI del Lavoro di PEOPLEwellBE!

Scopri di più visitando il nostro sito e richiedi informazioni compilando il modulo!

 

***

 

PEOPLEwellBe
Risorse Umane e Benessere Organizzativo
PEOPLEwellBe Risorse Umane e Benessere Organizzativo osserva come Mission il miglioramento della vita del lavoratore in azienda, attraverso progetti di Wellbeing, Assessment & Training, Education & Welfare che favoriscono lo sviluppo e le potenzialità delle Risorse umane, la Salute psicologica e la promozione del Clima e del Benessere organizzativo.