La Consapevolezza di sé: “chiave di volta” dell’Intelligenza Emotiva

La Consapevolezza di sé: “chiave di volta” dell’Intelligenza Emotiva

di BEmyTALENT

L’intelligenza emotiva viene definita come l’abilità di percepire ed esprimere le emozioni, di saperle utilizzare, comprendere e gestire, in sé stessi e negli altri. Più nello specifico, si riferisce alla capacità di saper riconoscere l’informazione trasmessa dalle emozioni individuandone le cause e le possibili conseguenze… (Mayer & Salovey, 1997).

Il concetto di Intelligenza Emotiva (IE) venne formulato nel 1990 da due psicologi statunitensi, Peter Salovey e John D. Mayer e, grazie al loro lavoro, è stato sistematicamente definito e investigato, acquisendo sempre maggior risalto nella letteratura psicologica e delle Neuroscienze oltre a divenire oggetto di studio nell’ambito dell’organizzazione aziendale e delle Risorse Umane.

Infatti, diversi studi evidenziano che si tratta di una competenza indispensabile per i team leader e i manager, i quali si trovano a dover gestire e coordinare un gruppo di collaboratori. La ricerca, inoltre, rivela che l’Intelligenza Emotiva è un importante fattore predittivo delle prestazioni nei team; infatti, la presenza di un elevato grado di IE è correlata ad un miglioramento del comportamento sul posto di lavoro, in particolare il comportamento nei team di lavoro, il quale contribuisce ad ottenere migliori risultati e migliori performance.

consapevolezza di séLa Consapevolezza di sé

“Ciò che conosciamo di noi è solamente una parte, e forse piccolissima, di ciò che siamo a nostra insaputa”, scrisse il celebre drammaturgo Luigi Pirandello. L’autore, Premio Nobel per la letteratura nel 1934, descrisse e colse quanto fosse arduo conoscere fino in fondo sé stessi e, soprattutto, quanto fosse impegnativo prendere consapevolezza di sé stessi.

La Consapevolezza di sé o Awareness, ovvero la capacità di riconoscere e monitorare i propri sentimenti nel momento stesso in cui si presentano, rappresenta le fondamenta dell’Intelligenza Emotiva, che, come si è visto, oggi è uno dei più riconosciuti e potenti agenti di cambiamento per la crescita personale e la capacità di avere successo.

Nello specifico, essere consapevoli di sé stessi implica una profonda conoscenza delle proprie emozioni, dei propri punti di forza, di debolezza, dei valori che ci guidano e come tutto ciò impatta, sia su quello che facciamo, sia sulle relazioni con le altre persone.

Ogni situazione che viviamo ci permette di apprendere i limiti e le abilità che ci appartengono e di intraprendere, sulla base di essi, determinate decisioni o scelte, perseguendo azioni coerenti con gli obiettivi che vogliamo raggiungere. Ciò significa conoscere se stessi e le proprie sfumature, quindi, essere consapevoli.

Inoltre, possedere una buona Consapevolezza di sé, avendo fiducia nelle capacità possedute, accresce l’autostima e, di conseguenza, l’assertività.

Risulta, quindi, fondamentale sapere come ci sentiamo ed essere in grado di etichettare i nostri e altrui sentimenti in modo appropriato al fine di capire meglio noi stessi e gli altri.

Acquisire consapevolezza di sé, tuttavia, non è così semplice. Richiede impegno, dedizione e figure esperte che siano in grado di guidarci nella giusta direzione.

 

BEmyTalentBEmyTALENT

La spiccata capacità di comprendere i sentimenti e i bisogni degli altri e l’abilità di influenzare le persone intorno a noi divengono, insieme alle altre abilità, le basi per renderci persone, lavoratori e leader migliori, raggiungendo, di conseguenza, un maggiore successo lavorativo.

Data l’importanza rivestita da tale abilità all’interno del contesto lavorativo è nato BEmyTALENT, progetto che si pone l’obiettivo di potenziare l’Intelligenza Emotiva in azienda e, più nello specifico, sviluppare l’Intelligenza Emotiva nei manager e nei team di lavoro.

Infatti, dopo un’iniziale fase di conoscenza dell’organizzazione aziendale e pianificazione, attraverso una fase di Map Skill , vengono definite le abilità emotive e organizzative dell’intelligenza emotiva, così da valorizzare le IE-skill possedute e sviluppare le IE-skill non sfruttate in modo completo, al fine di raggiungere il successo lavorativo e garantire migliori performance individuali e di gruppo oltre ad un’elevata soddisfazione lavorativa ed un maggior attaccamento alla propria organizzazione.

Il progetto è assolutamente innovativo nel suo genere perché da una MapSkill individuale si intraprende una DevelopSkill individuale o di gruppo, fase in cui vengono sviluppate e potenziate le IE-skill. Inoltre il progetto prevede una fase certificata di Upgrade con test-retest e validazione delle competenze acquisite ed in progress.

Ognuno, con le sue peculiarità, le sue qualità e i suoi difetti, è unico e deve conoscere e valorizzare proprio quella sua autenticità e singolarità con fierezza.

“La tua visione diventa chiara solo quando guardi dentro il tuo cuore. Chi guarda fuori, sogna. Chi guarda dentro, si sveglia” – Carl Gustav Jung.

Per informazioni:
Informazioni tecniche di progetto: alessandra@bemytalent.it
Numeri telefonici di riferimento: 030.5050878  – 340.0676226

 

BEmyTALENT
Emotional Intelligence in Teamwork
BEmyTALENT è un progetto di HRtalent che si pone l’obiettivo di potenziare l’intelligenza emotiva in azienda e, più nello specifico, sviluppare l’intelligenza emotiva nei team di lavoro. Il progetto è assolutamente innovativo perché da una MapSkill individuale si intraprende una DevelopSkill individuale o di gruppo, fase in cui vengono sviluppate e potenziate le IE-skill. Infine, una fase di UpgradeSkill, ovvero un sistema di validazione scientifico test-retest, per la verifica delle competenze dell’intelligenza emotiva acquisite ed in progress e misurazione dei KPI riscontrabili nei comportamenti emotivamente intelligenti del team e del singolo nella performance lavorativa.