cambiare lavoro

Cambiare lavoro perché è il lavoro che cambia

di Gabriele Achilli

5 storie di chi, per stare al passo con la contemporaneità, RIVOLUZIONA le professioni più tradizionali

(da un articolo di Chiara Oltolini su “D di Repubblica”)

Da head hunter a recruiter dell’immagine: Nadia Vailati, 27anni

La nuova parola d’ordine dei selezionatori è velocità. Velocità di cercare in rete più info possibili sui candidati, di far girare i curricula, di relazionarsi con diversi interlocutori. Soprattutto di mappare giornalmente tutti i canali di
recruiting, youtube compreso, di realizzare videojob per presentare le migliori offerte di job.
Perchè la comunicazione che paga è sempre più visiva, passa sempre più dalle immagini.

Cambiare lavoro perchè è il lavoro che cambia

Da personal a virtual trainer: Marco Bottone, 31 anni

Ho studiato a Orlando (Florida) per diventare personal trainer. Lì ho imparato a sognare di non fermarmi alle palestre e di diventare imprenditore. Per farlo ho messo insieme diversi saperi: fitness+informatica. Così ho realizzato clip che spiegano come allenarsi con semplicità, li ho caricati su youtube in 13 lingue diverse, totalizzando 400 milioni di visualizzazioni. Ho inventato anche delle app, tra cui addominali in 8 minuti. 

Da docente a teacher 2.0: Cesare Benedetti, 59 anni

Insegno alle scuola media di Bollate (Mi), che ha partecipato al progetto cl@assi 2.0 del Ministero dell’Istruzione. Molto più che lavagne multimediali e comunicazioni ai genitori via mailogni alunno della mia classe ha ricevuto ipod e ipad per studiare in digitale. Per noi docenti è stata una rivoluzione: oltre a diventare bravi con gli strumenti, abbiamo preparato materiale didattico ad hocapp sperimentali. Abbiamo fatto condividere i compiti a casa tra gli studenti in tempo reale su una piattaforma speciale e altre iniziative del genere!

Da personal assistant a telesegretaria: Marta Villa, 34 anni

Sono segretaria di un direttore commerciale di una multinazionale di import-export. Mi immagini seduta in un ufficio, davanti a pc e telefono, sempre a portata di mano del mio capo? Sbagliato. Telelavoro da casa 4 giorni su 5. Ti sembra inconciliabile con il mio incarico? Sbagliato. Per essere operativa mi basta uno smartphone e un notebook con buona connessione adsl e skype.

Da commessa a sales expert: Raffaella Scapolo, 47 anni

Faccio questo lavoro da 20 anni, ma oggi i clienti arrivano in negozio preparati e competenti. Sarà sempre più così! Tra blog e social network è sempre più facile reperire info sui prodotti.La sfida per noi venditrici resta quella di soddisfarli e fidelizzarli, con proposte originali, che sui siti di e-commerce non possono trovare. Per farci ispirare leggiamo i twitter degli stilisti, usiamo le loro app: sono fonti inesauribili di notizie!

E tu cosa aspetti ad innovare funzioni e ruoli nella tua azienda?

Bibliografia consigliata

Gabriele Achilli
PTM NETWORK
Gabriele Achilli è Psicologo, Formatore e Consulente aziendale per PMI. Aiuta le persone a dare il meglio di se stesse, a riconoscere i propri talenti e a creare le condizioni per farli crescere. Lavora secondo un principio semplice: “La risposta alla crisi è nelle persone della tua azienda, perché è il TALENTO umano che genera il capitale economico”.