Come porre domande efficaci

La domanda giusta per comunicare ciò che vuoi

Come porre domande efficaci

di Gabriele Achilli

Come porre domande efficaciIl cervello umano è fatto in modo tale che quando viene posta una domanda, è spinto a cercare una risposta. 

La piega che questa ricerca prende, dipende molto dal modo in cui la domanda è posta – se è appropriata oppure no – dal momento in cui viene posta – esiste un tempo in cui le porre domande è più efficace – e dal tipo di domanda.

Le domande, quando sono efficaci, ci fanno prendere una direzione nuova, verso una nuova chiave di lettura, ci spingono all’azione o all’impegno. Sono formulate con empatia e onorano l’altro e la sua condizione.

Le domande che funzionano

Domanda semplice

Le domande più semplici spesso sono le più efficaci.

  • E adesso?
  • Come farai?

Inizia con quando, come, cosa e dove

Le domande efficaci in genere sono domande aperte e iniziano con quando, chi, come, dove, cosa.  Le domande che iniziano con un “perché” tendono ad essere concentrate sul problema e a dirigere l’attenzione sul passato.

Concentrata sul futuro

Le domande efficaci tendono ad essere concentrate sul futuro e a dirigere l’attenzione su di un risultato futuro.

  • Quali saranno le tue prossime azioni?
  • A chi puoi chiedere supporto?

La domanda “Come farai a sapere quando avrai raggiunto l’obiettivo” presuppone che la persona abbia la capacità di riuscire.

  • Cosa potrebbe succedere?
  • E se non dovesse funzionare nel modo che vorresti tu – qual è il piano su cui potremmo ripiegare?
  • Come ti preparerai?

consulenza di carriera

Domande per valutare opzioni e trovare soluzioni

  • Cosa ne pensi?
  • Cosa pensi sia meglio fare?
  • Come ti sembra?
  • Come ti senti a riguardo?
  • E se non funziona?

Domande per fare chiarezza

  • Che cosa intendi?
  • Come ci si sente?
  • Cos’è che ti sembra di non capire?
  • Mi puoi dire di più?
  • Che cosa vorresti?

Domande per valutazione in modo critico il lavoro (specialmente il proprio!)

  • Va bene, va male o è nella media? In che modo?
  • In che modo rientra nei tuoi piani/stile/valori?
  • Secondo te cosa vuol dire?
  • Come lo giudichi?
  • Esplorazione
  • Possiamo analizzarlo ancora?
  • Possiamo fare brainstorming a riguardo? Quali altri spigoli riesci ad immaginare? Vedi anche solo un’altra possibilità? Quali sono le tue altre opzioni?

Domande per passare dalle belle teorie, alla pratica

  • Puoi fare un esempio?
  • Ad esempio?
  • Come cosa?
  • Tipo?
  • Come sarebbe?

Per concludere

Sperimenta anche tu queste domande nei tuoi dialoghi e vedi che accade.

Bibliografia consigliata

Gabriele Achilli
PTM NETWORK
Gabriele Achilli è Psicologo, Formatore e Consulente aziendale per PMI. Aiuta le persone a dare il meglio di se stesse, a riconoscere i propri talenti e a creare le condizioni per farli crescere. Lavora secondo un principio semplice: “La risposta alla crisi è nelle persone della tua azienda, perché è il TALENTO umano che genera il capitale economico”.