HR Manager Consiglia Come Avere il Lavoro dei Tuoi Sogni

Soluzioni per HR

 

8 Consigli per Avere il Lavoro dei Tuoi Sogni

HR Manager consiglia come avere il lavoro dei tuoi sogni

di Daniel Baun 

Aspettare è noioso. Sei mai stato eccitato dall’idea di aspettare al controllo sicurezza prima di un volo? E invece che mi dici della fila alla cassa del luna park per una giostra che magari dura 45 secondi e nemmeno è fenomenale come dicevano? Esattamente… A nessuno piace aspettare.

Aspettare è anche più difficile quando c’è in ballo il nostro futuro. Hai presente quel lasso di tempo tra la consegna del tuo curriculum ed il momento in cui vieni invitato per la prima intervista? Ecco… Appunto.

Lavoro come manager delle le risorse umane di un e-commerce ed ho gestito le assunzioni di più di 50 persone nell’ultimo anno. Questi candidati sono stati scelti da più di 1000 curriculum e scommetto che quasi tutti aspettavano la mia chiamata.

Anche se non ho nessun consiglio da darvi per gestire il tempo di attesa (e le ricerche dimostrano che la pazienza dipende da quanto hai aspettato da bambino quindi… dai la colpa ai tuoi genitori!), ho comunque 8 consigli per far in modo che tu consegni il curriculum in uno stato impeccabile.

Presentarti nel migliore dei modi renderà anche l’attesa meno pesante.

 

consulenza di carriera

 

8 Consigli per Avere il Lavoro dei Tuoi Sogni

1. Non puntare ad avere un’intervista, punta ad avere il lavoro. Leggo centinaia di domande di assunzione, ma non ho tempo di approfondirle tutte. Se riempi la tua con concetti astratti ed allettanti promesse, la lascio lì dov’è per passare al prossimo candidato che magari si presenta con precisione, fatti e capacità. Devo immediatamente capire perché calzi a pennello per la posizione in ballo.

2. Struttura il tuo curriculum. La maggior parte delle persone che assumono iniziano a leggere proprio il curriculum. Assicurati di includere un’ottima foto ed info di contatti in evidenza, fai in modo che il corpo centrale sia strutturato e senza errori. Un singolo errore di battuta può darmi un’idea di sciatteria o noncuranza del candidato. Ogni singolo dettaglio conta e trasmette qualcosa, assicurati che sia l’immagine di un vincente.

3. Sii chiaro. Ogni frase che componi deve essere estremamente chiara e specifica. Cerco sempre risultati che hai realizzato durante esperienze precedenti quindi assicurati di scrivere esattamente cosa hai contribuito a fare, del tipo: “ho fatto crescere gli iscritti alla newsletter da 280 a 5000 in un anno”, oppure “le vendite sono salite del x%”. I valori specifici sono la chiave.

4. Rispondi alla domanda. Spesso nell’annuncio lavorativo vengono chieste domande specifiche. Non è un modo per riempire la pagina, ma domande le cui risposte vengono prese in seria considerazione, ignorale e le tue possibilità caleranno drasticamente.

5. PDF. PDF. PDF. Mai mandare un curriculum in formato Word, .docx o simili. Consegnalo sempre come PDF. Ciò ti consentirà anche di controllare meglio la forma e la struttura.

6. Sii te stesso. È più importante essere te stesso che essere divertente, se lo sei di natura tanto meglio, verrà fuori da sè. Tieni d’occhio il tono con cui l’offerta lavorativa è stata scritta. C’è dell’umorismo? In tal caso, è anche il giusto tono con cui rispondere. Cerchiamo sempre di comporre le nostre offerte lavorative con un punto di vista personale e d’ispirazione perché vogliamo lavoratori veramente ispirati e non il classico “yes man” che fa solo quello che gli si ordina.

7. Rendilo personale. Mi passano sotto mano dozzine di lettere d’assunzione che mancano di passione, carattere e personalità. A volte anche esperti in comunicazione ne scrivono di lunghe e noiosissime. Attira la mia attenzione e vorrò saperne di più, rendi la lettura della tua domanda un piacere! Deve essere un buon compromesso di competenze tecniche e personalità.

8. Modifica. Non sbrigarti a consegnare il tuo curriculum, presentalo ad un tuo amico e fatti dire cosa ne pensa. Scrivilo oggi e rileggilo domani prima di inviarlo, farlo a mente fredda evita di farti sentire in colpa dopo perché avresti voluto aggiungere qualcos’altro o scriverlo in maniera differente.

Alla fine, la persona giusta otterrà il lavoro, e quello giusto per te è là fuori… devi solo impegnarti a cercarlo. Capire questo non rende il processo più facile, ma essere consapevoli di aver dato il meglio di sè, renderà l’attesa più leggera.

 

Questo articolo è offerto da:

TRENDHIM

Daniel Baun
HR Manager @Trendhim
Manager delle risorse umane presso Trendhim. Autore del libro “Heartcore Business” sull’importanza di fare la differenza anche sul lavoro.