Selezionare strambo- verificare la fantasia del candidato

Selezionare “strambo”: verificare la fantasia del candidato

di Maria Valentina Uva

La crisi economica, dopo la Rivoluzione Industriale, è il più rilevante tra gli eventi storici che hanno determinato la nascita di nuove pratiche di selezione del personale.

Difatti, a causa di tale fenomeno, le opportunità di lavoro sono diminuite e le imprese hanno messo a punto nuovi strumenti per verificare che il migliore candidato sia in grado di rispecchiare adeguatamente valori e mission aziendale.

Come risposta a questo bisogno grandi imprese d’oltreoceano hanno introdotto la cosiddetta “Intervista all’americana”.

video corsi online

Si tratta di una bizzarra tecnica di selezione del personale che, abbinata ad altre più classiche come il colloquio face-to-face, aiuta a testare la fantasia e l’inventiva degli aspiranti al posto mediante la somministrazione di domande buffe e alquanto particolari.

Alcuni esempi sono:
– How do you make a tuna sanwich? (Aston Consulting)
– How many cows are in Canada? (Google)
– What songs best describe your work ethic? (Dell)

Strategie di questo tipo, per quanto bislacche, sono sempre più adottate da imprese dotate di ambienti di lavoro già di per sé estrosi ma soprattutto fortemente convinte che la ragione del proprio successo sia per l’appunto la creatività dei propri dipendenti.

Letture consigliate

Questo articolo è offerto da:

Maria Valentina Uva
Maria Valentina Uva è Junior HR & Payroll Administration Specialist a DXC Technology, sede di Breslavia (Polonia), dove si occupa di supportare i professionisti HR italiani di una multinazionale del settore Food & Beverage. Laureatasi in Servizio Sociale con una tesi di stampo internazionale in "Psicologia del lavoro e delle organizzazioni", ha da poco conseguito un master in Risorse Umane con approccio da HR Generalist.