Effetto della Formazione Professionale sulla Produttività delle Imprese Italiane

Soluzioni per HR

Effetto della Formazione Professionale sulla Produttività delle Imprese Italiane

Dalle indagini INDACO e CVTS

di Solco

La situazione difficile del mercato del lavoro fa si che investire nel capitale umano occupato sia vantaggioso per le imprese. Investire in formazione è indispensabile per migliorare la produttività e la verifica che i salari elevati corrispondano ai lavoratori. In questo modo le aziende dovrebbero recuperare i costi sostenuti per la formazione.

Dalle indagini di INDACO-CVTS e CVTS4 si è valutato l’effetto della formazione professionale sulla produttività e l’impatto di essa sulla crescita dell’UE.  È emerso immediatamente che la formazione professionale ha un effetto positivo significativo sulla produttività aziendale come i ricavi e il valore aggiunto per addetto.

I risultati sono stati calcolati dalla percentuale dei lavoratori formati per le ore medie di formazione per addetto.

Web Marketing per Aziende e Professionisti del Settore Risorse Umane

INVESTIMENTI INTANGIBILI

Alcune attività associate ai processi di innovazione come la formazione aziendale, l’acquisizione di software, investimenti in reputazione aziendale, immagine e marchio, ricerca e sviluppo, organizzazione aziendale e miglioramento dei processi gestionali e produttivi sono considerati Intangibile Asset Survey.

Per capire l’approccio delle aziende verso essi si sono rilevati 3 aspetti:
– focalizzazione su un’ampia gamma di investimenti immateriali
– inclusione degli assets generati internamente all’impresa e acquistati dall’esterno
– l’obiettivo di stimare i tassi di ammortamento dei beni immateriali

Si è chiesto alle imprese sulla durata prevista degli effetti economici dei loro investimenti intangibili per valutare meglio gli aspetti.

6-3

Dall’indagine emerge che l’attività più diffusa è rappresentata dalla formazione aziendale:

– 37,% delle imprese con oltre 10 addetti ha investito in corsi di formazione (2012).
– 34,4% gli investimenti in immagine e branding
– 32,2% in software
– 17% in ricerca e sviluppo
– 10% in design

Per approfondire il ruolo della formazione si è creato un indicatore ( numero di partecipanti rispetto a numero di addetti) per classificare le imprese formatrici come alta, media o bassa percentuali di formati.

Da questo indicatore sono stati individuati dei fattori:

1. Grado di concentrazione degli intangibile assets: quasi la metà delle aziende hanno organizzato corsi di formazione per i propri dipendenti. Seguito da sviluppo software e branding. Le attività di design sono quasi inesistenti.

2. Diffusione degli intangibile assets: troviamo imprese che investono in formazione (più diffusa) però non troviamo imprese che investono né in branding né in design. Tra esse sono presenti aziende che sviluppano software e si occupano di organizzazione aziendale e miglioramento dei processi gestionali e produttivi.

3. Attività a gestione interna vs attività a gestione esterna: le attività acquisite dall’esterno sono branding, software e formazione. Di solito sono piccole imprese. Per le attività sviluppate all’interno sono: R&S, design, organizzazione e formazione.

Bibliografia consigliata

Solco SrlSolco è una società di servizi fondata nel 1989. Si occupa di formazione, consulenza e mercato del lavoro. Opera su tutto il territorio nazionale. I suoi principali clienti sono Pmi e grandi imprese, Pubbliche Amministrazioni, Parti Sociali ed Enti Bilaterali.

Le nostre principali aree di intervento, consolidate nel corso di una lunga esperienza sul campo, sono:

– Formazione continua
– Formazione obbligatoria e apprendistato
– Fondi Interprofessionali
– Servizi per il mercato del Lavoro
– Ricerca, selezione e ricollocazione professionale
– Pari Opportunità
– Assistenza tecnica alla PA per l’attuazione di programmi cofinanziati dai Fondi Strutturali
– Consulenza alle Parti Sociali

site -linkedin -facebok -twitter 8201