LinkedIn per aziende e professionisti

Soluzioni per HR

“Per adattarci alle sfide professionali della nostra epoca, dobbiamo riscoprire il nostro istinto imprenditoriale ed esercitarlo per forgiare nuovi tipi di percorsi professionali. Che tu sia un avvocato o un medico, un insegnante, un ingegnere o perfino il proprietario di un’azienda, oggi devi considerarti anche un imprenditore a capo di almeno una vibrante e dinamica start-up: la tua carriera.”
[Reid Hoffman e Ben Casocha, “Teniamoci in contatto. La vita come impresa” Egea]

LinkedIn per aziende e professionisti

Recensione di Ginevra Villa

Oltre 380 milioni di persone, di cui 39 milioni di studenti e neolaureati.

Questi i nodi di una rete globale di aziende e di professionisti il cui obiettivo è trovare e farsi trovare.

Questo è LinkedIn, il Professional Social Network fondato nel 2003 come strumento dedicato alle reti professionali, oggi crocevia di opportunità fra digital organization e sharing economy rivolte a una community di professionisti sempre più in transizione verso una condizione professionale beta permanente a prescindere dal ruolo, settore o dal tipo di contratto di lavoro.

La prima parola d’ordine, o meglio la skill chiave, è la capacità imprenditoriale anche, e soprattutto, quando imprenditori non lo si è, perché in un mercato del lavoro sempre più coinvolto dalla digital disruption, le competenze richieste sono molteplici, complesse e in costante, repentina e inesorabile evoluzione.

In LinkedIn per aziende e professionisti Francesca Parviero e Antonella Napolitano illustrano le ultime novità e tutti gli strumenti per un utilizzo ottimale a livello personale, professionale e aziendale della piattaforma deputata al professional networking per eccellenza.

Perché in uno scenario in cui il lavoro è sempre più globale e internazionale, essere presenti su LinkedIn con un profilo basic, se mai è stato sufficiente, non basta più.

In un tale contesto diventano, invece, fondamentali la capacità di curare la propria presenza on line, di costruire un network e un branding che abbiano coerenza con il proprio percorso professionale o con la mission aziendale, la capacità di ricercare, produrre e condividere informazioni e contenuti e la learning agility.

Tutte competenze che possono essere allenate attraverso le opportunità di interazione e i prodotti offerti da LinkedIn. Perché il talento non è solo un dono naturale, ma anche un dato di community e un insieme di capacità da sviluppare e perfezionare.

Il manuale si rivolge dunque a ogni tipo di utente: da chi fa già parte della piattaforma a chi ancora non ne ha compreso l’opportunità strategica, dai C-Level ai professionisti, dalle aziende e dalle università agli studenti e ai neolaureati.

Diviso in tre parti LinkedIn per aziende e professionisti non si limita a spiegare le tecniche per gestire correttamente profilo personale e presenza aziendale o a illustrare l’importanza dell’utilizzo strategico e strutturato di strumenti premium come Job Seeker, Sales Navigator, Recruiter Lite, Business Plus, Elevate, Look up e Lynda.

Introducendo il lettore ai concetti tipici della sharing economy e della social organization quali l’apprendimento collettivo, l’innovazione partecipata, la co-creazione di valore che vedono le communities operare come hub collaborativo, LinkedIn per aziende e professionistiillustra una vera e propria rivoluzione dei modelli di leadership e di governance portando ad esempio le best practice di importanti gruppi come Luxottica, Adecco e Sanofi.

Bibliografia consigliata

Ginevra Villa
"Great culture doesn’t come from making great products. Great products come from an investment in culture" (Hugh MacLeod). Sono Responsabile del placement dei Master HR MACU Management per lo Sviluppo del Capitale Umano e Master MADIM Management e Digital Inovation dell'Università degli Studi Milano Bicocca.