Personal Branding & Digital Reputation

 

ADV

Servizi HR - PreventiviHR.it

 

La Digital Reputation può condizionare il percorso professionale?

di Martina Scandinaro

Ti è mai capitato di voler sapere cosa pensano gli altri di te guardando la tua attività sui Social Network? Hai mai riflettuto se e in che modo il post, la foto o il commento che vuoi pubblicare possa influenzare la tua carriera lavorativa?

Nel seguente articolo si cercherà di rispondere a queste domande e fornire alcuni consigli.

Cos’è la Digital Reputation?

Per Digital Reputation si intende l’immagine di che ognuno si costruisce sulla rete, attraverso il materiale (foto, video, commenti, like) che pubblica e condivide sui Social Network. Questi sono fondamentali per creare il proprio Personal Branding, vale a dire quell’insieme di strategie messe in atto per promuovere se stessi, le proprie competenze in vista di nuove opportunità lavorative.

Al giorno d’oggi si è sempre più connessi sui vari Social Network e si tende a condividere la propria vita privata in rete. Ma andiamo a vedere quali sono i più diffusi.

Al giorno d’oggi si è sempre più connessi sui vari Social Network e si tende a condividere la propria vita privata in rete. Condividi il Tweet

I Social Network

LinkedIn è il più utilizzato da chi è alla ricerca di nuove opportunità di lavoro. Apparentemente potrebbe far pensare ad una piattaforma per cercare lavoro e dove condividere il proprio curriculum vitae ma è molto di più. Questo Social Network permette di collegarsi a vari professionisti presenti sulla rete, di tenere aggiornata la propria attività lavorativa e le esperienze formative; consente di scambiare opinioni e segnalazioni fra colleghi, di costruire una rete di relazioni ed interagire con i propri “collegamenti”. Principalmente è utilizzato proprio per fare networking e sostenere la propria reputazione, collegare domanda e offerta di lavoro e pubblicare contenuti di un certo valore professionale. Proprio questi ultimi garantiscono una buona visibilità che sarà aumentata dalle interazioni con la rete di collegamenti.

Facebook è il Social Network un tempo più usato a scopo personale che consente di mantenere i contatti con parenti e amici vicini e lontani e di instaurare nuove relazioni. Questo Social Network consente di condividere notizie trovate sul web, pubblicare foto, video, iscriversi a gruppi di interesse per scambiarsi informazioni e interagire attraverso commenti e like con i propri “amici”.

Twitter è una sorta di piattaforma di micro-blogging che permette di comunicare ed esprimere i propri pensieri attraverso brevi messaggi. Questi hanno una determinata lunghezza massima e sono, per impostazione predefinita, visibili a tutti gli utenti (la visibilità può essere ridotta modificando le impostazioni sulla privacy). Nella maggior parte dei casi i messaggi sono rapidi, diretti e volti a condividere emozioni, passioni, interessi e il proprio punto di vista su un determinato argomento. Grazie al sistema degli hashtag (parole chiave scritte dopo il simbolo #) si rendono più visibili e condivisibili i propri messaggi, consentendo di conseguenza maggiore interazione con gli altri utenti.

Instagram è il social media che ha rivoluzionato il modo di comunicare attraverso la condivisione di foto e video; è la piattaforma più diffusa e utilizzata al giorno d’oggi che consente di valorizzare il proprio marchio personale. Attraverso Instagram si può comunicare ai propri followers di cosa ci occupiamo, quali sono i nostri interessi anche se dalla stragrande maggioranza delle persone viene utilizzato per pubblicare eventi, esperienze, attività della propria vita quotidiana.

Il mondo dei Social Network nella sua complessità è un vasto territorio spesso sottovalutato. Ecco perché si parla di Personal Branding come attività strategiche che contribuiscono, attraverso ciò che pubblichiamo, a promuovere la nostra immagine, a fortificarla, a generare nuove relazioni ed attrarre nuove opportunità lavorative. Per attuare tale strategia nel migliore dei modi però bisogna essere consapevoli degli strumenti che si utilizzano.

ADV

Servizi HR - PreventiviHR.it

Il recruiting sui social

Al giorno d’oggi è importante tenere sotto controllo la propria reputazione online e aver cura di ciò che pubblichiamo sulle piattaforme appena presentate. Spesso, infatti, quando si invia un proprio curriculum vitae in risposta ad un’offerta di lavoro è molto probabile che il selezionatore faccia una ricerca del candidato sui principali Social Network. Con l’espressione Social Recruiting si intende l’utilizzo dei Social Network per cercare e trovare potenziali candidati con l’obiettivo di recrutarli ma anche ottenere più informazioni in merito a chi si sta esaminando. Per questo motivo è importante controllare i propri livelli di privacy dei vari account ma soprattutto stare attenti a ciò che si rende pubblico.

Qualche consiglio

Per gestire correttamente i propri profili social e rendersi visibili nel modo giusto e dare una positiva immagine di ai recruiters ecco alcuni suggerimenti:

  • curare innanzitutto la propria immagine del profilo, perché è la prima cosa che appare;
  • tenere sempre aggiornato il profilo e completo con le informazioni riguardo le proprie esperienze lavorative e il proprio percorso formativo senza trascurare interessi e hobby;
  • interagire con gli altri utenti partecipando a discussioni su temi di forte interesse;
  • postare contenuti che valorizzino le competenze e che siano coerenti con la propria immagine;
  • evitare di pubblicare e condividere foto, video, contenuti fuori luogo, inadeguati e incoerenti con la propria persona.

Tutto ciò che è in rete è pubblico per tantissime persone ed essere consapevoli delle proprie azioni e conseguenze nel web risulta importante per mantenere un’immagine positiva di se stessi. Il Web è una risorsa piena di potenzialità ma anche di insidie, spesso difficili da scovare, per questo dobbiamo essere preparati a gestirlo. Avere un buon comportamento digitale non può che essere vantaggioso per la propria reputazione.

Letture consigliate:

 

Questo articolo è offerto da:

Martina Scandinaro
Junior HR Recruiter | Formazione e sviluppo delle risorse umane
Sono una Junior HR Recruiter, dottoressa magistrale cum laude in Scienze dell'Educazione degli Adulti e Formazione Continua con un forte interesse per il mondo dell Risorse Umane. Ho discusso una tesi sul percorso di sviluppo dell'individuo all'interno delle organizzazioni poiché interessata ai processi e alle dinamiche di interazione dell’individuo nell'ambiente lavorativo. Durante gli anni universitari e post laurea ho avuto esperienze in ambito di gestione, formazione, ricerca e selezione del personale. Sono in continua ricerca di esperienze formative che mi consentano di arricchire il mio bagaglio di conoscenze e competenze in questo settore.

 

Potrebbero interessarti anche questi articoli: